Safety Inside

Aula Baratto, Università Ca' Foscari, Venezia   Sicurezza nei luoghi di lavoro: Electrolux chiama Ca’ Foscari

Dalla collaborazione tra Ca’ Foscari e Electrolux nasce Safety Inside, un progetto di ricerca che si occupa della prevenzione (e della percezione) dei rischi nell’ambiente di lavoro, puntando sul ruolo attivo del lavoratore.
Il progetto presentato da Giovanni Finotto (coordinatore HeadUp) e Maximilian Jessula (direttore stabilimento Electrolux di Susegana) nei giorni scorsi nell’aula Baratto di Ca’ Foscari, è lo sviluppo di HeadUp, uno dei tredici spin off (organismo privato che ha come scopo l’utilizzazione imprenditoriale dei risultati della ricerca e lo sviluppo di nuovi prodotti e servizi) dell’ateneo veneziano, nato nell’ambito del master in “Scienza e tecnica della prevenzione e della sicurezza”.

In particolare, HeadUp negli anni ha prodotto studi, ricerche, supporto alle decisioni e alle strategie aziendali nel settore della salute e della sicurezza sul lavoro.
Questo pacchetto di competenze tecniche sarà quindi sviluppato e testato sul campo da gennaio, in collaborazione con lo stabilimento di Susegana della Electrolux (oltre 60 milioni di apparecchiature vendute ogni anno).

Ma in cosa consiste Safety Inside? Il progetto avrà durata di due anni e punterà a trovare una serie di soluzioni a vantaggio della sicurezza e della salute dei lavoratori di Susegana, per ottimizzare le condizioni lavorative. Il fulcro di Safety Inside è la centralità del ruolo della persona-lavoratore come prima sentinella delle condizioni di salute e sicurezza negli ambienti lavorativi. Secondo recenti studi, infatti, circa l’80% degli infortuni sono attribuibili al fattore umano. Un dato che potrebbe variare di molto, secondo gli esperti, se si riuscisse ad anticipare gli errori applicando a tappeto quelle tecniche di valutazione dei rischi. Per questo motivo saranno realizzati dei gruppi di lavoro composti da esperti e lavoratori dello stabilimento per raggiungere l’obiettivo prefissato: riuscire a trasmettere gli aspetti basilari e fondamentali della necessità di valutare i rischi dei lavoratori. E quindi non un semplice rispetto di una regola comportamentale, ma una comprensione del senso di essa. Il gruppo di lavoro sarà composto da docenti universitari, esperti in prevenzione occupazionale, psicologi del lavoro, medici competenti e dipendenti di Electrolux.